Diceva essere l’incarnazione del faraone Ramsete e ha violentato per anni la figlia 11enne della convivente sua complice. Per questo un operaio di 50 anni e una donna di 42, madre di una bimba che all’epoca dei fatti aveva 11 anni, sono stati condannati dal tribunale di Enna rispettivamente a 7 anni e 8 mesi e 8 anni di reclusione per violenza sessuale aggravata ai danni di una minore di 14 anni. L’uomo ha violentato la piccola ‘favorito dalla condizione di essere il compagno della madre’.

Articolo Precedente

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: