Il protagonista della vicenda è un pregiudicato napoletano di 39 anni, in regime di semilibertà nel carcere parmigiano. L’uomo, processato a Parma dopo più di un mese di detenzione a Lucca, è  stato creduto e condannato a sei mesi, il minimo della pena, da scontare ai domiciliari. Gli atti sono stati inviati in Procura affinché si approfondisca la situazione del carcere parmigiano.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: