di Stiglitz

Prosegue con qualche intoppo la stagione del cambio di pelle del sindaco Vignali sulla questione del termovalorizzatore. Dopo aver dichiarato che oggi forse farebbe scelte diverse e aver concesso il patrocinio del Comune al convegno organizzato nei giorni scorsi dall’associazione Gestione Corretta dei Rifiuti, il primo cittadino ha annunciato la propria presenza al sit-in anti-inceneritore del Gcr, in programma il 22 gennaio prossimo: “Ho già disdetto l’appuntamento dal parrucchiere”, ha fatto sapere Vignali. Quando ha saputo che la contestazione si sarebbe tenuta proprio sotto la sua abitazione, però, il sindaco, imbarazzato, ha ritirato la propria adesione affermando di dover assolutamente far visita alla madre. In serata, Vignali ha rinnegato anche la madre: “Non sono suo figlio – ha detto in evidente stato confusionale –, al massimo siamo cugini, ma non ricordo con esattezza”.
In quello stesso momento, Parma Civica diramava l’ennesimo comunicato al veleno rivolto alla consigliera comunale Maria Teresa Guarnieri (Altra Politica). Dopo le polemiche sull’Asp di Fidenza, i civici della maggioranza sono tornati ad attaccare l’ex assessore sul periodo in cui erano tutti insieme nelle amministrazioni Ubaldi: “Non te l’abbiamo mai detto, ma ti puzzano i piedi!”, si legge nella nota. Pronta la replica della Guarnieri: “Se è così, state attenti prima di fare accordi con la Lega Nord…”.
Intanto all’interno del Pd continuano le manovre per definire alleanze e candidato sindaco in vista delle elezioni comunali in programma nel 2012. Dopo mesi di incertezze e contrasti, la scorsa settimana si è registrata un’importante svolta: i democratici hanno deciso di affidarsi alle primarie per stabilire se ricorrere o meno alle primarie.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: