Published On: Ven, Gen 7th, 2011

Molto rumore per nulla di William Shakespeare

Share This
Tags

Una nuova produzione di Fondazione Teatro Due, debutterà in prima nazionale assoluta l’8 gennaio 2011 a Teatro Due con la regia di Walter Le Moli.

Siamo nel secondo dopoguerra, il clima è quello liberatorio della fine di un conflitto tragico. Immersi nell’atmosfera musicale dell’epoca, fatta di swing, boogie woogie e del jazz bianco di Glenn Miller, un gruppo di militari appena tornati dalla guerra si ritrova in un mondo dai costumi più cortesi, in prevalenza femminile.
L’amore è il motore scatenante della commedia, ma come spesso accade in Shakespeare, si tratta in realtà di una tragedia evitata. Gli intrighi e i complotti del testo compongono uno straordinario gioco teatrale basato unicamente sulle parole dei protagonisti. Sono proprio queste a creare le situazioni di cui i personaggi rischierebbero di diventare vittime se la soluzione positiva delle vicende non arrivasse proprio dall’uso di parole ancor più dissennate.

Lontani dallo psicologismo ottocentesco i personaggi, interpretati da Nicola Alcozer, Alessandro Averone, Paolo Bocelli, Cristina Cattellani, Laura Cleri, Luca Criscuoli, Gigi Dall’Aglio, Paola De Crescenzo, Sergio Filippa, Francesco Gerardi, Luca Nucera, Gianluca Parma, Francesca Porrini, Tania Rocchetta, Massimiliano Sbarsi, Paolo Serra, Massimiliano Sozzi e Nanni Tormen, sono perfetti caratteri, arrivati pressoché intatti alla commedia hollywoodiana, le cui atmosfere ispirano questa messa in scena.

L’ambientazione temporale in realtà – afferma Walter Le Moli – non è così importante. Ciò che importa invece è che sia appena terminata una guerra e che si percepisca lo straordinario desiderio di riscatto e di ottimismo che segue alle grandi tragedie. Anche oggi stiamo vivendo un momento buio, per questo è necessario abbracciare un po’ di sana ironia (che non vuol dire disimpegno!) e tornare a sorridere per sentirsi meno soli.

Un duello di parole, brillanti e argute, fatto di grazia, ironia, umorismo e toni caustici che percorrono tutta la vicenda, sono gli ingredienti di una commedia intrisa di musica, scritta e curata da Alessandro Nidi partendo dalle note di American Patrol, Chattanooga Choo Choo, Stardust, Cheek to Cheek, Blue Moon, Summertime e molti degli standard classici di un’epoca; una sorta di colonna sonora eseguita dal vivo da Pietro Aimi (pianoforte), Paolo Panigari (clarinetto), Fabio Amadasi (trombone), Mirco Reggiani (contrabbasso), Gabriele Anversa (batteria), che muove le vicende dei nostri protagonisti come l’orchestra di Glenn Miller faceva ballare le truppe americane dopo lo sbarco.  L’impianto scenico è di Tiziano Santi, i costumi di Gianluca Falaschi e le luci di Claudio Coloretti.

Le repliche proseguiranno fino al 23 gennaio.

Info sull'Autore

Leggi Zerosette online

Edizione dal 15-01 al 26-01-21





Video Zerosette