‘La madre è una povera donna, ha sempre rifiutato aiuti ed assistenza’, ha detto Anna Maria Cancellieri, commissario straordinario di Bologna sulla vicenda del neonato morto il 5 gennaio. ‘In passato – ha spiegato – la donna aveva avuto altri due bambini, di cui uno è deceduto, che le erano stati tolti dai servizi e dati in affido’. ‘Durante un pranzo di solidarietà – ha proseguito – era stata avvicinata da due operatori, ma non ha chiesto nulla. In questi casi ci vuole partecipazione’.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: