E’ stato fermato dai carabinieri il presunto responsabile dell’aggressione, avvenuta giovedì notte in strada a Torino, di una 19enne marocchina, finita in ospedale, dopo che le è stato gettato addosso dell’acido muriatico.
Il 23enne marocchino avrebbe aggredito la ragazza, come ipotizzato già dal primo momento dai militari, per motivi passionali. Stava cercando di scappare a Napoli, ma è stato bloccato dai carabinieri in treno all’altezza di Asti. Era insieme a un amico di 24 anni, arrestato per favoreggiamento. Entrambi sono disoccupati e risultano irregolari in Italia.

A incastrare l’aggressore sono state le sue stesse telefonate. I militari, infatti, hanno intercettato una chiamata sul suo telefonino, nella quale raccontava dell’intenzione di scappare a Napoli dopo il fatto. In questo modo sono riusciti a intercettarlo e a bloccarlo sul Torino-Napoli della notte.

E’ stata la ragazza a permettere agli inquirenti di individuarlo. Era da tempo, infatti, che le sue avance si facevano sempre più insistenti. I due si erano conosciuti grazie ad amicizie comuni nell’ambito della comunità marocchina. Lui avrebbe voluto una relazione sentimentale, ma lei lo ha sempre respinto.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: