Lo scorso anno in Afghanistan sono morti una media di due bambini al giorno, con le zone settentrionali del paese, un tempo pacifiche, che sono diventate tra le più pericolose. Lo ha reso noto oggi un dossier dell’organizzazione indipendente Afghanistan Rights Monitor. L’ente ha attribuito quasi due terzi delle morti dei bambini ai “gruppi armati di opposizione”, o gruppi ribelli, mentre il 17% è stato attribuito alle forze Usa e Nato. Le morti civili e militari hanno raggiunto livelli record nel 2010 dall’invasione delle truppe guidate dagli Stati Uniti nel 2001.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: