Un raid aereo della Nato in Afghanistan ha ucciso la scorsa notte una famiglia di sei persone. “Il raid aereo doveva colpire tre ribelli che stavano piazzando mine sulla strada. Un missile ha colpito per errore una casa e ha ucciso sei civili, tutti membri della stessa famiglia”, ha detto alla France Presse il  portavoce delle autorità locali. Il presidente afghano Karzai ha inoltre addossato alle forze Nato la responsabilità della morte di una cinquantina di civili, uccisi in cinque giorni di un’operazione ancora in corso nella vicina provincia di Kunar, nell’est del Paese. Dove un raid ha provocato la morte di 65 civili, fra cui 22 donne e oltre 30 bambini. ‘Secondo le testimonianze dei locali, “gli elicotteri americani hanno bombardato in modo costante il villaggio provocando un numero enorme di vittime civili”, ha dichiarato il governatore della provincia di Kunar, precisando che gli abitanti del villaggio colpito sono ancora ”intrappolati” nelle loro case.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: