La paura sta passando per gli australiani dopo l’arrivo del potente ciclone Yasi che non ha fatto registrare nessuna vittima malgrado i venti abbiano abbattuto alberi e scoperchiato case. Il ciclone esteso su una superficie grande quasi quanto l’Italia e con venti fino a 300 km orari, ha distrutto circa il 15% delle colture di zucchero del paese, spingendo i prezzi mondiali ai massimi in 30 anni. La mancanza di grossi danni o vittime viene attribuita a diversi giorni di preparazione all’evento, evacuazioni anticipate e leggi per assicurare che gli edifici nuovi siano forti abbastanza da resistere a un ciclone.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: