”Nella mia esperienza di magistrato dico che vi è una parte della nostra imprenditoria che ha interesse a fare affari con le organizzazioni criminali. L’esperienza mi induce a pensare che vi è convenienza e consapevolezza”. È quanto ha affermato il procuratore aggiunto di Milano e capo della direzione distrettuale antimafia meneghina, Ilda Boccassini, nell’ambito di un incontro promosso all’Aula Magna del Palazzo di giustizia, sulle mafie nella società civile. Per il magistrato non c’è solo un problema di coraggio a impedire le denunce.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: