Il 10% del riso raccolto in Cina è contaminato da metalli pesanti tossici dispersi nell’ambiente, conseguenza della rapida crescita industriale non controllata. Secondo il settimanale Nuovo secolo, che cita studi scientifici condotti dal 2007, da anni enormi quantità di riso sono contaminate da metalli, tra cui il cadmio, senza che sia stato lanciato l’allarme alla popolazione. Tra tutti i cerali, il riso ha la capacità di assorbire il cadmio, che si trova nell’acqua di irrigazione delle risiere dopo aver attraversato le miniere di piombo, rame e stagno. La pericolosità di questo meccanismo sta nel fatto che il cadmio è una sostanza tossica e cancerogena, che si accumula nel corpo umano nel corso della vita, con gravi conseguenza per i reni, le ossa e il fegato.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: