Era stata nascosta con la creazione di terrazzamenti per uliveti, la discarica abusiva realizzata da tre ditte di Reggio Calabria sequestrate stamani dai carabinieri del Comando provinciale e del Noe.
Gli investigatori hanno accertato che le imprese, autorizzate al trattamento dei rifiuti speciali non pericolosi, avevano realizzato su alcuni terreni di proprietà adiacenti alle stesse aziende una discarica abusiva gettando su un costone materiale edile di risulta. Il materiale, costituito da centinaia di tonnellate di rifiuti speciali non pericolosi, aveva modificato l’assetto del territorio e, secondo gli investigatori, comportava rischi idrogeologici. Nel corso delle indagini sono state identificate 22 persone.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: