Otto morti e oltre 1.000 feriti: è questo il bilancio delle vittime degli scontri in corso da ieri tra i manifestanti pro e contro il Presidente egiziano Hosni Mubarak. Un organizzatore delle proteste contro Mubarak, Mustafa el Nagger, ha raccontato ad al Jazeera che i colpi di arma da fuoco sono stati esplosi da almeno tre punti diversi e che l’esercito egiziano è entrato in piazza con i carri armati per garantire l’ordine. Gli spari contro i manifestanti hanno inasprito la situazione, già tesa dopo gli scontri di ieri: i sostenitori del presidente hanno anche lanciato bombe molotov e ordigni artigianali contro i manifestanti dell’opposizione, che hanno eretto barricate attorno alla piazza.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: