Nove giornalisti italiani a Tripoli su invito del governo libico sono stati fermati da un gruppo armato e malmenati. Matteuzzi, uno dei giornalisti del gruppo racconta che dovevano essere attesi dai rappresentanti libici che non si sono fatti vedere. Dopo l’episodio, la Farnesina ha impartito istruzioni all’ambasciatore a Tripoli affinché “i rappresentanti degli organi di informazione italiani presenti in Libia siano tutelati nella loro sicurezza ed incolumità, e che il libero esercizio del diritto di cronaca non venga loro in alcun modo limitato”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: