Il decreto legge Milleproroghe presenta rilievi di incostituzionalità per l’ampiezza e l’eterogeneità delle modifiche introdotte durante il passaggio in Senato. Lo scrive il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, in una lettera inviata ai presidenti delle Camere e al capo del governo. Una doccia fredda per il governo, che puntava a una rapida conversione del decreto a Montecitorio prima della decadenza, prevista il 27 febbraio prossimo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: