L’ex patron della Parmalat non sarà arrestato. A deciderlo è la Quinta sezione penale della Cassazione che ha accolto il ricorso presentato dai suoi legali e ha disposto un nuovo esame della vicenda davanti al Riesame di Milano. In questo modo, la Suprema Corte ha ribaltato la decisione del Tribunale della Libertá di Milano del 27 settembre 2010.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: