Gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali con ruggine, sporcizia, ragnatele diffuse su strutture e locali: i Carabinieri del NAS di Foggia, in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Locale hanno così chiuso un’industria conserviera della Provincia. Nel corso dell’ispezione sono state rinvenute circa 410 tonnellate di prodotti semilavorati (carciofini, olive, peperoni, pomodori, funghi e cipolline, destinati al commercio nazionale ed estero), stoccate in fusti posti all’esterno della struttura produttiva senza alcuna protezione dall’azione degli agenti atmosferici e dalla presenza di animali infestanti. I contenitori, erano infatti in parte coperti da escrementi di volatili, presentavano un abbondante sviluppo di muffe all’interno ed erano per la quasi totalità privi di indicazione relativa al lotto ed alla scadenza. La merce è stata sequestrata e l’attività dell’azienda sospesa.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: