È di almeno 200 morti il bilancio degli attacchi dei ribelli, negli ultimi giorni, nella regione sud-sudanese. Ad annunciarlo è stato il partito al potere in questa area petrolifera. Gli assalti sono stati condotti contro la popolazione civile dalle milizie di George Athor un ex alto graduato delle forze armate che ha imbracciato le armi l’anno scorso dopo aver perduto le ultime elezioni. I suoi miliziani si sono resi protagonisti nei giorni scorsi di una serie di attacchi aumentando l’inquietudine sulla sicurezza del Sud Sudan, i cui elettori si sono espressi alla quasi unanimità in favore dell’indipendenza durante il referendum del mese scorso.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: