Chiunque vincerà le presidenziali di venerdì prossimo in Uganda sarà chiamato a gestire le riserve nazionali di 2,5 miliardi di barili di petrolio, scoperte solo di recente e capaci di trasformare le prospettive economiche del Paese africano. Il Presidente uscente Museveni, al potere dal 1986, è dato come favorito, ma gli analisti prevedono che il voto di questa settimana sarà il più difficile dei suoi 25 anni di governo. L’azienda aglo-irlandese Tullow Oil oggi controlla tutte le riserve del Paese che ha già dovuto trattare con il governo  nazionale che pare abbia ottenuto negoziati favorevoli ad ottenere la maggioranza dei profitti. A preoccupare gli analisti è proprio l’assenza di trasparenza su come sarà gestito il settore”.

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: