Arrestata la banda di delinquenti che effettuavano colpi ai caselli autostradali del nord Italia. In tre mesi avevano accumulato circa 400mila euro. La banda aveva colpito anche i caselli di Parma. Il modus operandi era sempre lo stesso: i romeni parcheggiavano il furgone in strade secondarie e poi camminavano fino a raggiungere il casello. Qui indossavano i passamontagna e sventravano le casse automatiche con picconi prelevando il denaro.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: