La riforma della Giustizia annunciata da Berlusconi che approda in settimana al consiglio dei ministri incassa il sì di Bossi, anche se il leader della Lega avverte: ‘non è una merce di scambio, perchè il federalismo Berlusconi ce lo doveva dare comunque, è nel patto elettorale’. Fini è attendista: ‘Se e quando sarà presentata la valuteremo’. Per Cicchitto del Pdl il testo è un tentativo di ‘ripristinare lo stato di diritto’. Mentre Rutelli ipotizza una proposta ad hoc del Terzo Polo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: