Le operazioni di disinnesco dell’ordigno bellico ritrovato all’interno del cantiere Efsa di viale Piacenza si sono svolte senza problemi nel corso della mattinata. L’assessore alla Sicurezza Fabio Fecci ha effettuato un sopralluogo insieme al prefetto Luigi Viana, per poi seguire le operazioni dal centro unificato della Protezione civile di via del Taglio. La bomba disinnescata era di 250 libbre e conteneva circa 60 kg di tritolo (la metà di quella disinnescata il 6 marzo nel cantiere della stazione), ma comunque pericolosa. L’ordigno è stato trasportato a Rubbiano, dove è stato fatto brillare in una ex cava.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: