Il pm di Palermo Antonio Ingroia risponde alle critiche ricevute dopo il suo intervento contro la riforma della Giustizia. “La magistratura non vuole sostituirsi al potere legislativo, ma un magistrato può esprimere il suo punto di vista tecnico su scelte che rischiano di essere uno strappo rispetto ai principi fondanti dell’assetto costituzionale” ha detto il magistrato che durante l’intervista rilasciata a Repubblica ha dichiarato di non voler pensare che dietro le critiche a lui rivolte ci sia un collegamento con le indagini e i processi di cui si sta occupando.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: