Il crollo di fiducia degli italiani nelle capacità del governo di farci uscire dalla crisi è dovuto soprattutto al fatto che non siano state mantenute le promesse fatte, più che una conseguenza del calo di fiducia nei confronti del presidente del Consiglio Silvio Berlusconi per i suoi scandali personali. Lo ha detto il presidente dell’Ispo, l’istituto per gli studi sulla pubblica opinione, Renato Mannheimer presentando la ricerca periodica sugli italiani e la crisi condotta per conto della Confesercenti. La ricerca, presentata oggi, mostra che gli italiani ritengono solo al 15% positivo il contributo dato dal governo per fare uscire il Paese dalla crisi.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: