A rassicurare è il Dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda Usl che, in linea con quanto detto dalle autorità sanitarie nazionali,  precisa che “l’eventuale arrivo in Italia di tale nube non presenta alcun tipo di rischio per la salute della popolazione. La  presenza di radioattività nella nube è infatti talmente bassa da escludere ogni tipo di conseguenza per le persone”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: