I NAS dei Carabinieri, nelle ultime settimane, hanno effettuato un vasto servizio di monitoraggio delle attività commerciali specializzate nell’alimentazione “etnica”. In circa il 40% dei 1000 negozi, esercizi di ristorazione e gastronomia ispezionati sono state riscontrate irregolarità igienico-sanitarie. Il quantitativo di alimenti irregolari sottratti alla distribuzione commerciale è di 15 tonnellate di cui circa 7 composte da alimenti tenuti in cattivo stato di conservazione ed invasi da feci rinvenute a Roma.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: