Verrà rimosso e disinnescato domenica 20 marzo in mattinata l’ordigno ritrovato nei giorni scorsi. La decisione è stata annunciata dalla Prefettura durante un vertice a cui hanno preso parte il Prefetto Luigi Viana, il Questore Salvatore Longo, l’assessore alla Sicurezza del Comune di Parma Fabio Fecci e altre autorità. L’ordigno verrà trasferito su un mezzo del Genio Pontieri di Piacenza verso la Cava di Rubbiano per le operazioni di brillamento.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: