Gli Ospedali Riuniti di Parma, il S.Orsola-Malpighi di Bologna e il Bufalini di Cesena sono gli ospedali di riferimento per l’assistenza a persone esposte a radiazioni. L’Emilia-Romagna, informa la Regione, ”e’ pronta a dare assistenza alle persone che arriveranno dal Giappone e che sono state esposte alla radioattivita’ da emissioni delle centrali nucleari in condizioni critiche dopo il terremoto”. Le persone potranno rivolgersi al pronto soccorso dei tre ospedali, dove saranno prese in carico per rilevare l’eventuale contaminazione e procedere con gli accertamenti necessari

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: