Oltre 730 mila euro è il valore dei prodotti alimentari falsi recuperati  dai Nas di Parma nell’ambito di controlli anti frode nel comparto agro-alimentare. Nell’ambito dell’operazione – che ha interessato le province di Modena, Reggio Emilia, Lodi e Parma – sono state anche segnalate le posizioni irregolari di 21 lavoratori, per quanto riguarda i contributi salariali. Tra gli alimenti con falso marchio dop oltre 7000 chili di “parmigiano reggiano” e “grana padano” e 2049 “prosciutti di Parma”, declassati a prosciutti comuni.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: