Il ministro pakistano per le Minoranze, Shahbaz Bhatti, che aveva invocato cambiamenti nella controversa legge nazionale sulla blasfemia, è stato ucciso oggi a colpi d’arma da fuoco ad Islamabad. Bhatti era l’unico cristiano nel governo pakistano. La legge contro la blasfemia è al centro delle polemiche dallo scorso novembre, quando un tribunale aveva condannato a morte una donna cristiana, madre di quattro figli. Lo scorso 4 gennaio il governatore del Punjab Salman Taseer, che si era fortemente opposto alla legge, era stato ucciso da una delle sue guardie del corpo.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: