“Siamo diventati una colonia francese”, ha affermato il Senatur puntando il dito contro le decisioni del presidente del Consiglio di fronte alle richieste francesi. L’accusa del leader del Carroccio è, spiega La Padania, “di non avere difeso minimamente le nostre posizioni, di essersi fatto travolgere dalla prepotenza d’oltralpe, ottenendo in cambio solo l’ok per Mario Draghi alla Bce”. “Berlusconi – sono le parole di Bossi – pensava che dicendo sì a tutto potesse acquisire nuovo peso internazionale. Ma è il contrario: non è bombardando dei poveracci in Libia che si conta di più”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: