Uomini armati hanno attaccato e fatto esplodere il gasdotto di Al-Sabil nel Nord del Sinai, in Egitto, a 50 Km dal confine con lo Stato ebraico che riforniva il gas sia a Israele che alla Giordania. Lo hanno reso noto fonti di sicurezza precisando che si è interrotto il flusso di gas verso questi due Paesi. Altri attentati si sono avuti in questi mesi. Il 27 marzo uno andò fallito mentre il 5 febbraio scorso,in piena rivolta contro Mubarak, a causa di una deflagrazione, fu fermata l’erogazione di gas.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: