Sono rigide le regole per l’ingresso in Francia da “un Paese terzo” dello spazio Schengen. Il ministero dell’Interno francese lo ha ricordato con una circolare a tutti i prefetti. Il migrante deve avere un permesso di soggiorno notificato alla Commissione Ue e deve dimostrare di avere risorse sufficienti e di non rappresentare una minaccia per l’ordine pubblico. In caso contrario, verrà respinto.Le autorità francesi hanno così il “diritto di rimandare in Italia” i migranti che non soddisfino le condizioni richieste. “E’ quello che faremo”, annuncia il ministro dell’Interno, Gueant.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: