La riforma sul processo breve è stata approvata dal Parlamento, con un margine di soli 18 voti, nella Camera. L’obiettivo risulta quello di accorciare i termini relativi alla prescrizione, per i soggetti che sono di per sè incensurati. L’opposizione, fermamente contraria, commenta anche la parte della norma, che non lascia nemmeno intatti i termini della prescrizione per omicidio plurimo. Il Presidente della Repubblica, Napolitano, data la sua assenza e il suo viaggio a Praga, ha preferito non pronunciarsi in merito, dicendo semplicemente che valuterà a tempo debito la situazione.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: