“Il presidente Jalil ci ha parlato di diecimila morti” in Libia, “vittime di un regime sanguinario” e di oltre “50-55mila feriti”. Lo ha detto il Ministro degli Esteri Franco Frattini, al termine dell’incontro con il presidente del Consiglio Nazionale di Transizione. Intanto almeno 100 persone sono rimaste uccise ieri in intensi bombardamenti delle forze di Muammar Gheddafi contro la regione sud-occidentale in mano agli insorti. Gli abitanti della zona hanno dichiarato che “le forze di Gheddafi non hanno cessato di martellare la regione con razzi Grad”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: