I cinque Paesi emergenti del Brics – Brasile, Russia, India, Cina e Sudafrica – si dichiarano contrari all’uso della forza in Libia – in una dichiarazione congiunta del vertice in corso in Cina affermando di ‘condividere il principio secondo il quale l’uso della forza deve essere evitato’. Intanto il segretario della Nato Rasmussen dal Qatar ha dichiarato che ”le operazioni termineranno quando non ci saranno più minacce per i civili sul terreno”. Il ministro degli Esteri italiano Franco Frattini nel frattempo ha denunciato ”la strage” in corso a Misurata sottolineando che ”Gli aiuti umanitari sono una priorità”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: