Si è tolto la vita nel pomeriggio di mercoledì a Roma il viceprefetto Saporito sparandosi un colpo di pistola con la sua arma di ordinanza. L’uomo era indagato dalla procura di Napoli nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti per la realizzazione del Cen, il “cervellone elettronico” dove sarebbero confluite le immagini delle telecamere ai fini della sicurezza e dell’ordine pubblico. Il viceprefetto secondo l’accusa avrebbe avuto un ruolo nell’aggiudicazione dell’appalto a un’ azienda del gruppo Finmeccanica.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: