È proseguito nella notte il presidio di un centinaio di lavoratori dello stabilimento Fincantieri di Castellammare di Stabia. La protesta è esplosa nella tarda serata di ieri, quando è giunta la notizia della chiusura dell’impianto, diffusa al termine di un incontro avvenuto a Roma, nella sede di Confindustria. Il sindaco ed il vice sindaco della cittadina stabiese, bloccati all’interno del municipio dai lavoratori, stanno cercando un accordo. Ma gli operai hanno annunciato per oggi forti iniziative, come il blocco della statale Sorrentina. I sindacati hanno indetto uno sciopero di 8 ore, entro il 6 giugno. La crisi di Fincantieri è drammatica, il piano presentato dall’ad Giuseppe Bono prevede il licenziamento di 2551 addetti su 8500 presenti in organico. Questo comporterà la chiusura di due stabilimenti, quelli di Castellammare e Sestri Ponente.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: