Non cadute nel vuoto le minacce lanciate ieri dal leader libico Gheddafi che parlava di portare la guerra in Italia. “Le parole di Gheddafi – ha detto il ministro dell’Interno Roberto Maroni a margine dell’inaugurazione di una sede della Lega a Cairate, in provincia di Varese – confermano che la situazione e’ da tenere sotto controllo e in questi giorni abbiamo intensificato le azioni di controllo sul territorio”. Ad alzare il livello di scontro poi stanotte sono arrivati i raid della Nato che hanno ucciso uno dei figli del Colonnello.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: