Un barcone proveniente dalla Libia con a bordo circa 500 migranti subsahariani si è schiantato verso le 4 del mattino davanti al porto di Lampedusa, ma tutti sono stati tratti in salvo e, fortunatamente, non si è ripetuta la tragedia avvenuta ieri a poche centinaia di metri dalla costa di Tripoli, dove 600 persone hanno perso la vita in mare. Il naufragio di oggi è avvenuto poco dopo l’arrivo di un’altra imbarcazione, verso le 2 di notte, con oltre 800 persone a bordo. Non si fermano, infatti gli arrivi di profughi a Lampedusa: ieri erano 1.034 le persone identificate presenti sull’isola, tra cui 91 minori non accompagnati. Il ministro Maroni, ha precisato che si tratta di “profughi non rimpatriabili, partiti dalla Libia a causa della guerra” e che “il flusso di clandestini si è invece grazie all’accordo firmato il 5 aprile con Tunisi”.

Articolo successivo

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: