Proprio dove l’associazione ha la sua sede principale verranno discusse già da settembre le prime cause europee, il cui giudizio verrà discusso secondo quelle che sono le normative comuni. Alla camera arbitrale potranno ricorrere tutti i cittadini residenti nell’Unione Europea, che hanno questioni aperte che vedono come protagonisti gli animali.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: