Circa duecento persone hanno partecipato, la notte scorsa, al presidio No Tav a Chiomonte in Bassa Val di Susa. I No Tav hanno bloccato le strade creando delle barricate con tronchi d’albero, tubi e vecchie traversine della ferrovia per impedire l’accesso al cantiere della Torino-Lione. Il momento più caldo si è avuto quando alcuni manifestanti hanno lanciato delle pietre verso il personale delle ditte che dovrebbero fare i lavori e le forze dell’ordine. Un lancio di pietre che ha costretto anche la chiusura dell’autostrada che è stata riaperta al traffico stamane. Le forze dell’ordine stanno lavorando per identificare gli autori delle minacce e dei fatti della scorsa notte.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: