I sei Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo hanno deciso di sospendere la loro mediazione per lo Yemen dopo l’ennesimo rifiuto del presidente Saleh di accettare il piano da loro proposto per una sua graduale uscita di scena. Saleh avrebbe dovuto sottoscrivere il piano, ma il presidente yemenita ha messo in guardia l’opposizione, che sabato ha firmato l’accordo per la transizione, circa il rischio di “una guerra civile”. Centinaia di sostenitori armati di Saleh hanno infatti circondato per ore l’ambasciata degli Emirati Arabi dove era in corso la riunione dei diplomatici.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: