Continua ad aggravarsi il bilancio degli scontri sulle alture del Golan, al confine tra Israele e Siria. Secondo la tv di Damasco, sono 23 i dimostranti filo-palestinesi uccisi dai militari israeliani. Oltre 300 i feriti. Centinaia di manifestanti hanno forzato il reticolato di confine, nell’anniversario della sconfitta araba nella “Guerra dei sei giorni” del 1967. Le forze israeliane hanno risposto sparando. Alla fine i dimostranti sono stati dispersi da una pioggia di gas lacrimogeni. Esplose anche alcune mine. Il dipartimento di Stato Usa ha espresso “profonda inquietudine”.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: