Saranno Matteo Agoletti, Stefano Libè e Mario Taliani i componenti del nuovo gruppo consiliare autonomo dell’Udc che ha preso questa scelta dopo le scintille del caso Green Money. Una scelta presa per dare un segnale ma allo stesso tempo per stare al finaco della città valutando caso per caso le delibere da votare ma “senza staccare la spina”. Ma se la maggioranza non dovesse tenere “il commissariamento sarebbe un atto dovuto” ha dichiarato l’onoerevole Libè.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: