Riduzione del numero dei parlamentari, che percepiranno lo stipendio solo sulla base dell’effettiva partecipazione ai lavori. Addio bicameralismo perfetto, arriva il senato federale con maggiori poteri al premier ed esecutivo messo al riparo da eventuali ribaltoni. Queste le novità contenute nella bozza di riforma costituzionale del ministro della Semplificazione, Roberto Calderoli, all’esame del preconsiglio di domani.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: