Archiviata ”ieri mattina” l’accusa di omicidio per Michele Misseri da parte del gip di Taranto Martino Rosati, che, dopo aver compiuto così l’ultimo suo atto nell’inchiesta sul delitto di Sarah Scazzi, ha rilasciato una doppia intervista alla ‘Gazzetta del Mezzogiorno’ e al ‘Tg1’, per raccontare, si legge sul quotidiano pugliese, ”una esperienza umana e professionale probabilmente irripetibile”. Per il delitto restano accusate la moglie e la figlia del contadino di Avetrana, Cosima Serrano e Sabrina Misseri, a carico delle quali permane anche l’accusa di sequestro di persona. A Misseri, invece, viene contestata solo la soppressione di cadavere, che avrebbe commesso in concorso con le due donne e con il fratello e il nipote, Carmine Misseri e Cosimo Cosma.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: