Trasferimenti nella notte e altri 700 promessi per oggi: è il piano previsto per svuotare Lampedusa dopo la rivolta degli immigrati tunisini che ha sconvolto l’isola e provocato un fuoco di fila sul governo. Dopo anni di una spontanea politica dell’accoglienza da parte della cittadinanza, ora l’ultima rivolta ha scoperchiato il vaso di Pandora nel quale erano racchiuse la pazienza dei lampedusani e la speranza che il governo, come promesso tante e tante volte, facesse qualcosa di radicale per liberare l’isola divenuta in pratica un Centro di accoglienza (Cie) in mezzo al mare.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: