Lo ha annunciato il presidente della holding Massimo Varazzani. Nel mirino la dirigenza di Stt, Alfa e Spip bacchettate da Varazzani. Una decisione unilaterale a cui seguirà l’azione legale che dovrebbe presumibilmente attribuire le colpe delle anomalie riscontrate nella gestione dell’azienda ad Andrea Costa per Stt e Nando Calestani per Spip. In Comune intanto regna il silenzio. Eppure si tratta di denaro pubblico gestito così male dalle partecipate da aver generato debiti milionari. E le partecipate, non dimentichiamole sono figlie dell’amministrazione comunale.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: