Stava passeggiando a Baganzola lungo i binari della linea ad alta velocità con una sua amica il 50enne Gabriele Airoli quando è stato travolto da un treno in corsa che ha letteralmente triturato il suo corpo. I resti del suo cadavere sono stati ritrovati dai soccorritori dopo una lunga ricerca. Non si sa come i due siano riusciti ad entrare sulla pericolosissima linea della Tav, anche se si ipotizza che inoltrandosi nella zona periferica del parco pubblico di Baganzola abbiano raggiunto i binari. Una guardia ecologica sul posto li avrebbe avvertiti sulla pericolosità di quella passeggiata che si è rivelata fatale per l’Airoli che noncurante ha proseguito sul suo cammino. La donna è ancora in stato di choc.

Lascia una Replica

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: